L’INPS, nel messaggio n. 4332 del 4 dicembre 2023 ha fornito alcune istruzioni operative per l’ottenimento dell’indennità di discontinuità per I lavoratori dello spettacolo, introdotta, in via strutturale e permanente, con decorrenza dal 1° gennaio 2024, con D.lgs. 175/23.

La domanda riferita all’anno di competenza 2023 deve essere presentata dagli aventi diritto entro e non oltre il prossimo 15 dicembre 2023, a pena di decadenza. L’indennità è riconosciuta per un numero di giornate pari al 90 per cento di quelle accreditate al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo nel 2022, detratte le giornate coperte da altra contribuzione obbligatoria o indennizzate ad altro titolo come Naspi, malattia, infortunio, maternità, ed è corrisposta nella misura del 90 % del valore medio delle retribuzioni in rapporto alle giornate con contribuzione nel FPLS del 2022.

Beneficiari del trattamento

Sono destinatari dell’indennità di discontinuità:
✓ lavoratori autonomi, assicurati al fondo pensioni lavoratori dello spettacolo, compresi i rapporti di lavoro di collaborazione coordinata e continuativa;
✓ lavoratori subordinati a tempo determinato di cui all’articolo 2, comma 1, lettera a) D.lgs. 182/97 che prestano attività artistica o tecnica direttamente connessa con la produzione e la realizzazione di spettacolo;
✓ lavoratori subordinati con contratto di lavoro intermittente anche a tempo indeterminato senza indennità di disponibilità;
✓ lavoratori subordinati a tempo determinato di cui all’articolo 2, comma 1 lettera b) del D.lgs. 182/97 individuati come destinatari dell’indennità di discontinuità dal D.M. 25/7/2023 come di seguito elencati:

  • impiegati amministrativi e tecnici;
  • maschere, custodi, guardarobieri, addetti alle pulizie e al facchinaggio, autisti;
  • impiegati e operai dipendenti dalle imprese di spettacoli viaggianti;
  • lavoratori intermittenti che non siano titolari della indennità di disponibilità.

Requisiti di spettanza

L’indennità di discontinuità è riconosciuta ai lavoratori che possono fare valere, al momento della presentazione della domanda, congiuntamente i seguenti requisiti:
a. essere cittadino di uno Stato membro dell’Unione europea ovvero cittadino straniero regolarmente soggiornante nel territorio italiano;
b. essere residente in Italia da almeno un anno;
c. essere in possesso di un reddito ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) per il 2022 non superiore a euro 25.000;
d. aver maturato nel 2022 almeno 60 giornate di contribuzione accreditata al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo.
e. Avere nel 2022 un reddito da lavoro derivante in via prevalente da attività con contribuzione al FPL Spettacolo;
f. non essere stato titolare di rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato nel 2022, fatta eccezione per i rapporti di lavoro intermittente a tempo indeterminato;
g. non essere titolare di trattamento pensionistico.

Presentazione della domanda

La domanda può essere presentata all’Inps esclusivamente in modalità telematica a partire dal 4 dicembre sino al 15 dicembre 2023 , accedendo alla sezione “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche” del portale INPS, selezionando la voce “Indennità di discontinuità a favore dei lavoratori dello spettacolo”.

https://www.inps.it/it/it/dettaglio-scheda.schede-servizio-strumento.schede-servizi.indennit-di-discontinuit-a-favore-dei-lavoratori-dello-spettacolo.html

e cliccando il tasto utilizza il servizio.