Sarà prossimamente pubblicata la circolare INPS che permetterà, in caso di assunzione o trasformazione a tempo indeterminato di un lavoratore domestico con mansioni di assistente ad anziani di età pari o superiore a 80 annigià titolari di indennità di accompagnamento, di riconoscere  l’esonero totale (100%) dal versamento dei complessivi contributi  INPS a carico del datore di lavoro domestico nel limite massimo di 3.000 euro annui, riparametrati ed applicati su base trimestrale.

Il datore di lavoro che beneficia del predetto esonero contributivo deve possedere un valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) per le prestazioni agevolate di natura sociosanitaria, in corso di validità, non superiore a 6.000 euro. L’esonero spetta per un periodo massimo di 24 mesi.

L’esonero contributivo introdotto sarà operativo, nel limite delle risorse appositamente stanziate, a decorrere da una specifica data che sarà comunicata dall’INPS e fino al 31 dicembre 2025.